Sabato soleggiato e mite.

Domenica forte instabilità, calo termico.

Nuovo ciclone in arrivo sullo Stretto di Sicilia: tornano pesanti piogge

Sarà la Calabria la regione maggiormente colpita dall'ennesimo ciclone mediterraneo della stagione. Si teme - purtroppo - un altro evento alluvionale. L'"occhio" del vortice di bassa pressione, attualmente sul Tirreno, attraverserà la nostra regione nel corso della giornata di domani, dopo aver apportato qualche rovescio su aree settentrionali ed orientali. Proprio il transito sui nostri cieli nella prima parte di sabato farà si che sulla nostra regione, infatti, ci sia spazio per ampie quanto temporanee schiarite.

Tra la seconda parte di sabato, la giornata di domenica e le prime ore di lunedì, tuttavia, lo spostamento del minino barico sulle calde acque dello Stretto di Sicilia, attiverà forti venti di Levante che daranno luogo ad intense ed insistenti precipitazioni sulle aree orientali. Secondo le nostre ultime elaborazioni nella mattinata di domenica assisteremo ad un tentativo di transizione del sistema a ciclone simil tropicale.

Nel caso tale processo andasse a buon fine, il ciclone traslerà molto lentamente con moto retrogrado verso la Tunisia, generando un sistema convettivo proprio in prossimità del suo occhio, che non interesserebbe, dunque, il territorio regionale, se non le isole minori. In ogni caso, con il successivo spostamento verso levante del minimo depressionario, sarà la Sicilia orientale a subire gli effetti del flusso umido in risalita da sud-est. Attese mareggiate lungo i litorali ionici. Sebbene i maggiori apporti pluviometrici, come anticipato, interesseranno la Calabria (trovandosi a nord-est del centro ciclonico), le nostre aree nord-orientali e il settore ionico verranno investiti da ingenti precipitazioni, con accumuli che, in caso di persistenza della "Levantata" fino a lunedì, come previsto attualmente dalle proiezioni numeriche, diverranno davvero copiosi sull'area etnea.

Ipotesi TLC (tropical like cyclone). Piccolo "core" caldo in prossimità del minimo di pressione, potrebbe sostituire il nucleo d'aria fredda in quota che ha generato il vortice ciclonico (cut-off) sul Tirreno settentrionale.

VORTICITA' ASSOLUTA. Il tentativo di "tropical transition" avverrà nel mattino di domenica. I modelli numerici prospettano ad un aumento della vorticità nei bassi strati, a discapito di quella alle quote superiori. Il ciclone potrebbe assumere, dunque, per qualche ora, caratteristiche sub-tropicali, trasformandosi da "ciclone extratropicale" a "simil-tropicale".

I forti venti di Levante daranno luogo ad ingenti precipitazioni per effetto orografico sull'area etnea. Il nostro modello prevede picchi di oltre 350 mm complessivi.

Picchi di oltre 300 mm in 48 ore tra il weekend e le prime ore di lunedì.

 

Vincenzo Insinga

AddThis Social Bookmark Button

Temporali live

Fulminazioni live meteo

Sat Visible

Satellite visibile

Sat Infrared

Satellite infrarosso

Estofex Allerta

Fulminazioni live meteo

 
Vai all'inizio della pagina